Pari tra Parma e Milan

Alves risponde a Castillejo. Finisce 1-1 l'anticipo della 33ª di A

1555762977333_GettyImages-1138260486.jpgGattuso voleva vincerla ed era riuscito a trovare le soluzioni giuste. A impedirglielo Bruno Alves con una splendida punizione al minuto 87. Finisce 1-1 Parma-Milan, anticipo della 33esima giornata di serie A. Una partita non esaltante, ma con un'ultima parte avvincente.

Dopo oltre 60 minuti anonimi, il tecnico rossonero aveva indovinato sostituzioni e mosse tattiche e il suo Milan si era portato avanti con il neo-entrato Castillejo al 69°. Sembrava il colpo del ko per i crociati, ma all'87° una splendida punizione di Bruno Alves ha salvato il Parma dalla sconfitta e ha tolto al Diavolo due punti fondamentali in chiave Champions.  

Si comincia con D'Aversa che ritrova Bruno Alves e Gervinho e li schiera dal primo minuto, la stessa cosa fa Gattuso con Donnarumma, mentre l'altro rientrante, Paqueta', va in panchina. Nel 5-3-2 dei padroni di casa, sempre privi di Inglese, l'ivoriano affianca Ceravolo in attacco, mentre nel 4-3-3 rossonero ci sono Suso, Piatek e Borini nel tridente, con Calhanoglu sulla linea dei centrocampisti, mentre il terzino destro e' Conti.

Tardini pieno, giornata quasi estiva e match equilibrato con un Parma subito propositivo, ma attento a non scoprirsi. Stessa strategia per i rossoneri che pero' non danno pensieri a Sepe, mentre i crociati si rendono insidiosi con Ceravolo e Kucka.

Il primo, al 12°, viene anticipato di un soffio da Donnarumma, finisce a terra e chiede il rigore, ma l'arbitro Valeri e il Var La Penna non sono d'accordo. Poco dopo e' spettacolare la rovesciata di Kucka, un ex, che sfiora il gol della carriera con una rovesciata perfetta, ma larga di un paio di centimetri. Ci provano Borini (reclama un rigore che non c'e') e Piatek, ma senza grande convinzione.

Il Milan non decolla eppure sembrano in giornata si' sia Suso che Calhanoglu, ma il Parma si chiude bene e a differenza degli ospiti trova anche il modo di rendersi pericoloso con Ceravolo che, prima di piede e poi di testa, va vicino al gol.

Nella seconda occasione Donnarumma respinge corto, ma Gervinho non riesce a coordinarsi e la sua sforbiciata da pochi metri finisce alta. Il tempo si chiude con un tiro-cross di Gazzola che Donnarumma fa suo in due tempi. Il primo tempo si chiude sullo 0-0, ma ai punti meriterebbe il Parma.

E' la mossa giusta, perche' appena tre minuti dopo lo spagnolo batte di testa Sepe sull'assist di Suso. Milan in vantaggio e che poco dopo si porta pure sullo 0-2, ma la rete di Cutrone viene annullata per l'off-side di Piatek. Il Parma non ci sta, D'Aversa inserisce Siligardi e Sprocati e il primo va vicino al pareggio sull'assist di Scozzarella, ma il palo salva Donnarumma. Ci prova anche Kucka, ma e' alto il suo destro. Il jolly lo trova Bruno Alves con una punizione praticamente perfetta.

All'87° il suo destro lascia di sasso il portiere rossonero e gonfia la rete. Finisce 1-1, risultato giusto e che va bene soprattutto al Parma in chiave salvezza, in ottica Champions, invece, il Milan perde due punti pesanti.Anche l'avvio ripresa e' di marca ducale, nonostante i timidi tentativi di Calhanoglu e Piatek. Bakayoko non e' al top per un colpo ricevuto nel primo tempo e Gattuso prova a dare la scossa ai suoi cambiando assetto: al 13° fuori il centrocampista francese dentro Cutrone e Diavolo che passa al 4-4-2, ma 8 minuti piu' tardi entra Castillejo per Conti e si passa al 3-4-1-2.

 

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato20.04.2019
  • voto
    00
    ;;;;;
contenuti correlati