'Non ho parole, sono molto felice'

Neymar si presenta: 'Nuova sfida, voglio vincere più titoli possibili'

1501851920832_GettyImages-64966248.jpg"Sono qui per vincere, per il progetto del club, non per soldi. Lasciare Barcellona non e' stata una scelta semplice. Ho chiesto ogni giorno a Dio cosa fosse giusto fare. Alla fine sono andato dove mi ha portato il cuore".

Cosi', nella prima conferenza stampa da giocatore del Paris Saint Germain, Neymar, ovvero mister 222 milioni.

Da ieri l'asso brasiliano e' il calciatore piu' pagato della storia del calcio ma non sembra soffrire piu' di tanto la pressione nella sua "prima" al Parco dei Principi. Anzi, si dice pronto a scendere in campo gia' domani nel primo impegno del suo nuovo club in Ligue 1, la gara interna contro l'Amiens, posticipata di 15 minuti (con fischio di inizio alle 17.15) per permettere la grande festa organizzata per la presentazione al pubblico del nuovo numero 10 del Psg.

"Qui ci sono tanti buoni giocatori, a partire da Verratti. Ringrazio Pastore che mi he ceduto la maglia numero 10. Spero di fare il mio meglio per aiutare la squadra a vincere piu' titoli possibili. Il mio desiderio di venire a Parigi e' nato perche' cercavo qualche cosa di diverso, non perche' a Barcellona non stavo bene. Non sono qui perche' volevo essere piu' protagonista ma per conquistare qualche cosa con questo club", ha spiegato ancora Neymar.

"Non ci sono parole per descrivere le mie emozioni. Non vedo l'ora di cominciare a giocare con i miei nuovi compagni. Sono a disposizione gia' per la 'prima' di domani", ha affermato il brasiliano.

"Non ho parlato ancora con l'allenatore. Non so dove giochero'. L'importante e' che non faccia il portiere; il resto va tutto bene", ha proseguito, scherzando, Neymar, che ha dichiarato di non aver mai sofferto la rivalita' con Messi e di aver lasciato a Barcellona tanti amici.

"Quando sono andato al Barça l'ho fatto proprio per giocare al fianco di Messi, che era un mio idolo. Lo considero il migliore del mondo. Ho imparato tantissimo da lui. Il Tweet di Pique' con il nostro abbraccio? Era una serata fra amici. Gli avevo detto di non pubblicare niente, perche' ancora non avevo deciso. Lui e' e resta un grande amico e un grande professionista. Ho avuto giorni pieni di pressione: e' stata la scelta piu' difficile della mia vita", ha puntualizzato Neymar, che ha chiuso la conferenza con il grido, questo soltanto il francese, "Il Paris Saint Germain e' magico".

Al suo fianco un fiero e tranquillo Nasser Al-Khelaifi. Il presidente del club transalpino ha accolto con entusiasmo l'asso brasiliano, "E' il miglior giocatore del mondo", e si e' detto sereno, "Il fair play finanziario non e' un problema". Nel dettaglio, Al-Khelaifi ha spiegato: "Neymar ha gia' portato energia positiva per tutta la squadra. E' qui per vincere tanti titoli con noi. La nostra ambizione e' vincere la Champions League. Questo puo' essere un nuovo inizio. Ci vogliamo provare. Abbiamo pagato noi la clausola di recesso, non il calciatore".

"Non sono arrabbiato col Barcellona. Ho rispetto per loro e per tutti. Se la Uefa ci chiedera' qualche cosa saremo pronti a ogni tipo di confronto: il trasferimento avvenuto e' assolutamente regolare".

"Neymar acquisto più caro di sempre? Chiedetelo fra due anni se sarà il più costoso. Oggi lo è. Neymar è un brand e sono sicuro che guadagneremo molti più soldi di quanto lo abbiamo pagato. E' stato difficile mettere insieme i due brand ma è quello che abbiamo fatto. E' un trasferimento che porterà benefici a tutti. Grazie per essere venuto al Psg, alla sua famiglia, al suo entourage e al mio staff che sono stati molto forti nel portare a termine un trasferimento così difficile. Abbiamo lavorato tutti tantissimo", ha concluso.
 

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato04.08.2017
  • voto
    00
    ;;;;;