Dovizioso vola nelle libere bagnate di Motegi

Secondo Marquez, terza l'Aprilia di Espargaro, solo 12° Rossi

1507884593829_GettyImages-65530564.jpgPrima giornata di prove libere del Gran Premio del Giappone condizionata dalla pioggia.

Nella seconda sessione miglior tempo di Andrea Dovizioso su Ducati in 1'54''877 davanti alla Honda di Marc Marquez (1'54''920) ed ad un'ottima Aprilia di Aleix Espargaro (1'55''061).

Solo dodicesima la Yamaha di Valentino Rossi in 1'56''435 preceduto anche dal compagno di scuderia Maverick Vinales (11/o in 1'56''376). Nella prima sessione a dominare era stato invece il leader del Mondiale a dominare: Marquez aveva messo a referto il tempo di 1'55''418 in una mattinata segnata dal maltempo e dal freddo.

Sempre bene l'Aprilia di Espargaro che nelle battute finali aveva porta la sua RS-GP a 0''875 dal connazionale. Terzo, con un ritardo di 1''099 Scott Redding (Octo Pramac Racing).

Dovizioso, secondo in campionato, si era fermato alla quinta posizione alle spalle dell'ancora ottimo Jorge Lorenzo, suo compagno di box. Nella prima sessione Rossi, reduce dal infortunio, ancora più prudente con il 19° tempo in 1'58''618

"Sono molto contento del mio venerdi' qui a Motegi perche' siamo partiti subito veloci. Avevamo qualche dubbio sul grip, ma ho trovato un buon feeling gia' questa mattina, oggi pomeriggio ho confermato la mia velocita' e, cosa ancora piu' importante, ho fatto il mio miglior tempo subito, all'inizio del turno".

Andrea Dovizioso non puo' che essere soddisfatto al termine delle prime due sessioni di libere del Gran Premio del Giappone. Il pilota forlivese ha chiuso col miglior tempo di giornata davanti a Marquez.

"Abbiamo iniziato davvero molto bene e abbiamo gia' una buona base: ora dobbiamo lavorare ancora sulle rifiniture perche' il degrado della gomma posteriore, nonostante abbiamo usato la piu' dura a disposizione, e' comunque molto importante". Bene anche Jorge Lorenzo, quarto con l'altra Ducati.

"Oggi pioveva davvero tanto e la pista era in condizioni molto difficili, ma sono abbastanza soddisfatto perche' sono davanti, insieme ai piloti piu' veloci, ed iniziare cosi' il venerdi' e' sempre un buon segno. Nel pomeriggio abbiamo migliorato la moto e ho girato con un buon ritmo".

Per il maiorchino un po' di paura al mattino. "Ho avuto fortuna perche', quando la moto di Crutchlow mi ha colpito e sono caduto, mi sarei potuto fare davvero male. Per fortuna alla fine, a parte la botta che ho preso, non ho nulla di grave. Per quanto riguarda domani, se il meteo sara' ancora lo stesso, il mio obiettivo sara' seguire la stessa linea di oggi".

Thomas Luthi è stato il più veloce nella classe Moto2.

Lo svizzero (CarXpert Interwetten) ha firmato il miglior tempo nella seconda sessione con 2'05.282, precedendo di 196 millesimi lo spagnolo Alex Marquez (2'05.478) e di 525 millesimi il portoghese Miguel Oliveira (Red Bull KTM Ajo), terzo in 2'05.807.

Nella top ten del pomeriggio anche Franco Morbidelli (EG 0,0 Marc VDS) quarto con il tempo di 2'06.220 e Luca Marini (Forward Racing Team), decimo in 2'07.035.

Nella prima sessione il più veloce era stato Marquez (2'05.460) davanti a Luthi (+0.465) e al malese Hafizh Syahrin (Petronas Raceline Malaysia, +0.752). Quarto e quinto tempo, rispettivamente, per Francesco Bagnaia (SKY Racing Team VR46) e Morbidelli.

Prove libere a Motegi targate Italia nella classe Moto3.

Romano Fenati (Marinelli Rivacold Snipers) è stato il più veloce nella seconda sessione di prove libere del Gp del Giappone.

Il pilota marchigiano, secondo nella classifica iridata, ha fatto registrare il tempo di 2'10.628, precedendo i connazionali Niccolò Antonelli (Red Bull KTM Ajo) secondo in 2'10.634 (+0.006) e Nicolo Bulega (SKY Racing Team VR46, terzo in 2'10.806 (+0.178). Quarto tempo per lo spagnolo Aron Canet (Estrella Galicia 0,0, 2'10.953). Solo 21° il leader del mondiale, lo spagnolo Joan Mir (Leopard Racing 2'13.682).

Nella prima sessione di libere il più veloce era stato Bulega in 2'09.577, miglior tempo complessivo della giornata, seguito da Andrea Migno (SKY Racing Team VR46, 2'09.705) e da Fenati (2'09.896). Quarto tempo per Canet (2'10.068), 14° Mir (2'12.152).

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato13.10.2017
  • voto
    00
    ;;;;;

Commenti

Riduci