Milan, sconfitta "indolore"

Rossoneri già qualificati, ma Gattuso rimanda ancora la prima vittoria

1512677474037_GettyImages-8877929281.jpgSi e' conclusa con il risultato di 2-0 la sfida tra il Rijeka e il Milan. Poco piu' che una sgambata di allenamento per entrambe le squadre e in particolar modo per il Milan, vista la formazione largamente rimaneggiata mandata in campo dal tecnico Gattuso e visto che alla vigilia degli ultimi 90 minuti del Gruppo D di Europa League i rossoneri erano gia' qualificati come primi ai sedicesimi di finale della competizione, in virtu' delle larga vittoria ottenuta due settimana fa a San Siro contro l'Austria Vienna, mentre i croati erano gia' certi dell'eliminazione dal torneo.

E sono stati proprio i padroni di casa a sbloccare il risultato alla prima vera occasione: erano passati poco meno di 7 minuti quando Puljic, con una splendida punizione, ha pennellato una straordinaria curva che dopo aver accarezzato il palo si e' infilata alla destra di Storari. Il Milan ha provato a reagire allo svantaggio cercando di giocare in verticale nonostante il tecnico Gattuso si fosse spesso sgolato chiedendo ai suoi di gestire il possesso palla, ma e' stato ancora il Rijeka a rendersi pericoloso con un colpo di testa di Puljic finito sul fondo, imbeccato dalla destra di Acosty. Per il Milan da registrare nei primi 45 minuti una sola occasione degna di nota, quella capitata a Cutrone sfuggito a Zuparic ma incapace di centrare lo specchio della porta con un pallonetto che aveva scavalcato Sluga.

In avvio di ripresa, quando erano passati circa 80 secondi, il Rijeka ha raddoppiato: Kvrzic e' andato sul fondo e da sinistra ha messo in mezzo un pallone rasoterra su cui e' piombato Gavranovic, bravo ad anticipare Paletta e a infilare Storari con un preciso diagonale.

Nell'ultima parte di gara evidentemente incapace di andare a pungere il Rijeka che ha nel contempo rinunciato alla fase offensiva, il Milan e' passato al 4-4-2 con Romagnoli chiamato a fare il terzino sinistro e proprio la modifica ha permesso a Calabria di trovare maggiore spazio e di mettere un cross in mezzo dalla destra sul quale, poco prima della mezzora, Cutrone ha schiacciato palla a terra senza trovare la porta.

Al 32', dalla stessa posizione in cui nel primo tempo il Milan aveva subito il gol, ci ha provato su punizione Biglia ma la sfera e' finita di poco fuori, alla destra del portiere. Ultima azione di rilievo di una serata negativa che non ha potuto evitare ai rossoneri di perdere l'imbattibilita' in Europa League dopo una striscia di 18 partite.

 

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato07.12.2017
  • voto
    00
    ;;;;;

Commenti

Riduci