Le azzurre partono male nella Nations League

L'Italia di Mazzanti battuta nettamente 3-0 dalla Turchia

1526455111366_310x152_1525435235222.bannerGiroD_italia.jpgL'Italvolley femminile e' stata sconfitta all'esordio nella Volleyball Nations League per 3-0 (25-21, 25-21, 25-20) dalla Turchia.

Per tutta la gara la giovani azzurre di Davide Mazzanti hanno faticato a reggere il ritmo delle turche del tecnico italiano Guidetti, trovando molte difficolta' soprattutto in attacco.

Dall'altra parte della rete, invece, la Turchia e' quasi sempre stata al comando, sfruttando molto bene la fase difensiva. Tra le fila azzurre la migliore marcatrice e' stata Anastasia Guerra (13 p.), mentre la top scorer del match e' risultata la turca Meryem Boz con 17 punti. Questa notte l'Italia tornera' in campo per affrontare nella seconda giornata la Polonia (ore 24, differita su RaiSport + Hd a partire dalle 00.50).

Come formazione di partenza il ct Mazzanti ha schierato Malinov in palleggio, opposto Ortolani, schiacciatrici Guerra e Pietrini, centrali Lubian e Olivotto, libero Parrocchiale. L'inizio e' stato tutto in salita per l'Italia, al contrario della Turchia che ha subito allungato e si e' portata sul (0-4). L'attacco tricolore e' incappato in molti passaggi a vuoto e cosi' le avversarie hanno incrementato il vantaggio (3-9).

Nel momento in cui anche la ricezione e' calata, Mazzanti ha inserito Sylla per Pietrini e poi si e' giocato il doppio cambio Cambi-Mingardi Con il passare del gioco Guerra e compagne sono cresciute, ma nonostante il riavvicinamento la Turchia si e' imposta senza problemi (21-25).

Piu' equilibrato il secondo  parziale, le due formazioni hanno viaggiato punto a punto sino al (9-9). La parita' e' stata spezzata dal muro turco, capace di frenare le attaccanti italiane (10-12). Le azzurre hanno tentato con tenacia di non perdere contatto, mantenendosi a distanza ravvicinata per lunghi tratti.

Nel finale, pero', le ragazze di Mazzanti hanno sprecato delle buone occasioni e la Turchia ne ha approfittato (21-25). Nel terzo set l'Italia ha cercato di imporre il proprio ritmo, ma la Turchia si e' riportata velocemente in parita' (13-13). Le azzurre hanno accusato il colpo, permettendo alle avversarie di allungare (14-17). Una volta al comando le turche non hanno piu' rallentato, mentre l'Italia non e' piu' riuscita a rientrare e si e' dovuta arrendere (20-25).

"Contro la Turchia non siamo stati mai in partita e abbiamo subito tanto nel fondamentale di muro-difesa - spiega il ct azzurro Davide Mazzanti - Durante il corso del match non siamo stati capaci di trovare le giuste contromisure alle nostre avversarie, perdendo anche lucidita' in attacco. Forse il set dove abbiamo sprecato di piu' e' stato secondo, ci sono state delle buone cose, ma non siamo stati in grado di sfruttare delle buone occasioni e la Turchia ne ha approfittato. Avevo detto alle ragazze che dobbiamo costruire partita dopo la partita la nostra identita' e per questo anche una sconfitta cosi' fa parte del percorso di crescita. Dobbiamo avere piu' fiducia nei nostri mezzi".

"Oggi abbiamo fatto tanta fatica, senza mai riuscire a  trovare il nostro gioco - le parole di Serena Ortolani - Direi che siamo entrate in campo con il freno a mano tirato e la Turchia e' stata brava ad approfittarne. Mi dispiace anche a livello personale perche' non sono riuscita a dare una mano alla squadre nei momenti difficolta'. Anche se non sono molte dobbiamo ripartire dalle cose che hanno funzionato e crescere in tutti gli altri aspetti. Stanotte abbiamo subito l'occasione di riscattarci, contro la Polonia dovremo scendere in campo con un atteggiamento diverso e dare il cento per cento".

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato16.05.2018
  • voto
    00
    ;;;;;
originalqstring: (none), documentUri: /dl/raiSport/Articoli/Le-azzurre-partono-male-nella-Nations-League-74464e01-56d9-4a61-9f6f-d96f1717e48e.html