La Roma piange Anzalone

Si è spento a 87 anni l'indimenticato presidente giallorosso dal '71 al '79

1526632601762_310x152_1525435235222.bannerG.jpgLa Roma piange la scomparsa di Gaetano Anzalone, indimenticato presidente giallorosso dal 1971 al 1979.

A darne notizia il club giallorosso con una nota.

Imprenditore edile e membro del consiglio comunale della Dc nella Capitale, Anzalone è stato presidente del club dal 1971 al 1979: rilevo' la Roma da Alvaro Marchini e la cedette, dopo 8 anni, a Dino Viola.

Sotto la guida di Gaetano Anzalone, Nils Liedhlom fece la prima esperienza in giallorosso e nella stagione 1974-75 porto' la squadra al terzo posto in classifica, con calciatori amatissimi in rosa come, solo per citarne alcuni, Pierino Prati, Ciccio Cordova, Valerio Spadoni e Giancarlo De Sisti, riportato nella Capitale nell'estate del 1974 dopo nove anni alla Fiorentina - sottolinea la societa' che piange la scomparsa dell'ex presidente sul proprio sito internet.

L'enorme impulso dato alla cura del settore giovanile, la creazione del centro sportivo 'Fulvio Bernardini' di Trigoria e il rivoluzionario restyling dell'immagine del club furono i capisaldi della gestione Anzalone e rappresentarono le fondamenta per i successi ottenuti negli anni '80. Cinque dei primi 11 calciatori eletti nella Classe della Hall of Fame (2012) iniziano il loro cammino in Prima Squadra proprio con Anzalone presidente: Di Bartolomei, Conti, Rocca, Tancredi e Pruzzo.

Nel 1974, affidandosi al dirigente Gilberto Viti e al grafico Pietro Gratton, Anzalone fu promotore di un rinnovamento grafico e stilistico che la Roma completera' nel 1978 con l'introduzione del Lupetto. I nuovi marchi e la nuova identita' grafica - che toccarono ogni aspetto della vita del club e dei tifosi, dalle maglie agli abbonamenti passando per ogni gamma di prodotti - fecero della Roma l'apripista del marketing e del cosiddetto merchandising ufficiale nello sport italiano.

Dopo aver preso le redini del Club nel 1971, Anzalone lascio' la Roma il 16 maggio 1979 passando il testimone a Dino Viola. Nel suo palmare's un torneo Torneo Anglo-Italiano del 1972 e cinque successi con la Primavera, che conquisto' tre Scudetti e due Coppe Italia di categoria.

Alla famiglia Anzalone l'abbraccio affettuoso del Club".

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato18.05.2018
  • voto
    00
    ;;;;;
originalqstring: (none), documentUri: /dl/raiSport/Articoli/La-Roma-piange-Anzalone-6e60cc18-fcf0-42c3-a19a-60e2e4af8ef1.html