La Juve vince 1-0 all'Old Trafford

Ko il Manchester United di Mourinho, decisivo Dybala al 17'

1540328182908_GettyImages-1052831126.jpgAutorevole e autoritaria. La Juventus in formato europeo non fa sconti neanche al Manchester United, violando il 'Teatro dei Sogni' e facendo sprofondare nuovamente Josè Mourinho nella crisi. Basta una rete di Dybala poco dopo il quarto d'ora ai bianconeri per espugnare Old Trafford e involarsi verso la qualificazione agli ottavi, per la quale manca ormai solo l'aritmetica, e soprattutto il primo posto nel girone. L'affermazione dei campioni d'Italia è stata più netta di quanto non dica il punteggio. Gli ospiti hanno dominato nel primo tempo, sfiorando in più occasioni il raddoppio, per poi resistere al ritorno degli inglesi nella ripresa, concedendo solo una palla gol (il palo di Pogba) a una squadra che non ha mai dato l'impressione di credere davvero nel pareggio. Un po' per demeriti propri un po' per meriti di Chiellini e compagni, ancora a zero alla voce gol subiti.

La Juve viaggia a gonfie vele in Serie A, lo United zoppica con risultati altalenanti in Premier League. L'andamento delle due squadre nei rispettivi campionati è lo specchio del primo tempo. I padroni di casa appaiono remissivi fin dalle prime battute, lasciando campo e controllo delle operazioni agli ospiti. Dybala al 13' spreca di testa sul cross puntuale di Cancelo, ma quattro minuti dopo non si fa pregare due volte sbloccando il risultato con un tiro a botta sicura da due passi sulla corta respinta della difesa sul cross di Ronaldo diretto a Cuadrado, preferito a Bernardeschi sulla corsia destra.

Le squadre di Mourinho sono famose per difendersi bene e saper reagire nei momenti di difficoltà. Non i Red Devils però, completamente in balia dell'avversario per una buona mezzora. Martial e Rushford si abbassano per contenere le sortite di Cancelo e Alex Sandro, Lukaku rimane abbandonato a se stesso in attacco. La Juve è padrona del campo e, proprio come avvenuto tre giorni prima con il Genoa, ha il solo demerito di non affondare il colpo. De Gea salva su Cancelo, imbeccato da Ronaldo, poi è Bentancur di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo a mancare lo specchio della porta. CR7, poco appariscente ma tremendamente efficace, dopo aver dispensato pillole e palloni a destra e sinistra si mette in proprio su punizione al 37'. De Gea respinge così così, Matuidi si avventa sulla ribattuta ma il portiere spagnolo smanaccia evitando il 2-0. In chiusura altra fiammata di Dybala, particolarmente ispirato: il suo tiro a giro da fuori area si spegne sul fondo di un niente.

Nella ripresa gli inglesi quantomeno rientrano dagli spogliatoi con altro piglio e cattiveria. L'undici di Allegri continua a essere più incisivo - De Gea salva ancora sul bolide di Ronaldo su una bella azione corale avviata da Pjanic - ma con il passare dei minuti i Red Devils, più di foga che con azioni ragionate, iniziano a mettere qualche pallone in più in area di rigore bianconera. Bonucci e Chiellini vengono messi maggiormente sotto pressione ma concedono poco o nulla agli attaccanti dello United. Serve il colpo del campione, e il Manchester ci prova con la sua stella più splendente. Paul Pogba alla mezzora calcia a giro praticamente da fermo e colpisce il palo, con la palla che poi rimbalza addosso a Szczesny e finisce fuori. Allegri non ignora il campanello d'allarme e corre ai ripari: dentro Bernardeschi per Dybala e poco dopo Barzagli per Cuadrado. La Juventus alza il muro, i padroni di casa ci provano, senza troppa convinzione a dir la verità, e alzano bandiera bianca. Per Allegri, a punteggio pieno in Europa, la qualificazione è ormai in tasca. E anche il primo posto si avvicina.

I FACTS DEL MATCH

  • Per la prima volta nella sua storia, la Juventus ha vinto cinque trasferte di fila tra Champions League/Coppa dei Campioni (tre nel 2017/18 e due nell’edizione corrente).
  • È la quarta occasione in cui la Juventus ha vinto le prime tre partite di un’edizione di Champions League: 1995/96, 2003/04, 2004/05 e appunto 2018/19, ma solo nelle ultime di queste senza subire alcun gol.
  • Tra le squadre che hanno giocato tre partite in questa Champions League, la Juventus è l’unica a non aver subito ancora gol.
  • Solo quattro delle 14 conclusioni effettuate dalla Juventus in questo incontro sono arrivate nel corso della ripresa.
  • Solo sei tiri stasera per il Manchester United: non ne facevano così pochi in un match interno di Champions League da aprile 2014 (v Bayern Monaco).
  • Dopo un pareggio e tre sconfitte, la Juventus ritrova la vittoria contro il Manchester United che in competizioni europee mancava da dicembre 1997, anche in quell’occasione 1-0.
  • Dybala ha segnato tutti gli ultimi quattro gol della Juventus in Champions League, tre dei quali nel corso del primo tempo di gioco.
  • In generale, Dybala ha segnato cinque gol nelle ultime quattro presenze di Champions League, tanti quanti nelle precedenti 24 partite nella competizione.
  • Paulo Dybala ha giocato oggi la sua partita numero 150 con la maglia della Juventus (tutte le competizioni).

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato23.10.2018
  • voto
    00
    ;;;;;