'La Ferrari potrebbe lasciare la F1'

Marchionne contro il progetto di rinnovo previsto dal 2021

1509710320859_GettyImages-673484932.jpg"La Formula Uno fa parte del nostro Dna sin da quando siamo nati ma se cambiamo il contesto al punto da renderlo irriconoscibile, noi non vogliamo piu' partecipare".

Sergio Marchionne continua a lanciare messaggi quasi minacciosi alla Liberty Media, nuova proprietaria del circus. In occasione della conference call con gli investitori, il presidente della Ferrari ha ribadito che la presenza in pista della Rossa non e' cosi' scontata in futuro qualora la F1 prendesse una certa direzione, contraria agli interessi del Cavallino.

"La Liberty ha delle buone intenzioni, come quella di ridurre i costi per le scuderie, che penso sia un bene - ha spiegato Marchoinne - Ma ci sono anche un paio di cose con le quali non siamo d'accordo, una delle quali e' il fatto che in qualche modo l'unicita' della power train non sara' un segno distintivo dei piloti al via e questo non potrei tollerarlo".

"Al momento sembra che siamo in disaccordo per quanto riguarda lo sviluppo strategico di questo tema e se dovessimo vedere che nel 2021 questo sport prendera' una direzione diversa, la Ferrari sara' costretta a prendere delle decisioni. Capisco che la Liberty possa gia' averlo messo in conto ma bisogna mettere in chiaro che, a meno che non si trovino una serie di condizioni che siano vantaggiose per la salvaguardia del brand e per il mercato, e che portino a rafforzare la posizione unica della Ferrari, la Ferrari non ci sara'".

Marchionne teme che la Liberty porti la F1 a diventare una Nascar a livello mondiale "e a me non interessa prendere parte alla Nascar".

Il numero uno del Cavallino, pero', non vuole spingersi oltre e attende la riunione di martedi' con Fia, Liberty Media e gli altri team: "ci presenteremo senza pregiudizi e con tutte le migliori intenzioni, vedremo dove ci portano".

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato03.11.2017
  • voto
    00
    ;;;;;

Commenti

Riduci