L'Italia affonda a Dublino

Con l'Irlanda finisce 56-19, per gli azzurri è la 14ª sconfitta consecutiva

1518279331128_GettyImages-916580672.jpgSeconda sconfitta dell'Italrugby nel Sei Nazioni 2018.

Dopo il pesante ko all'Olimpico nel debutto con i campioni in carica dell'Inghilterra (46-15) gli azzurri del ct O'Shea sono usciti sconfitti dall'Aviva Stadium di Dublino per mano dell'Irlanda,
impostasi con il punteggio di 56-19 (28-0). Di Allan, Gori e Minozzi le tre mete tricolori. Per la terza giornata del Torneo, Parisse e compagni saranno di scena al Velodrome di Marsiglia per sfidare, venerdi' 23 febbraio alle ore 21, i padroni di casa della Francia.

Dalla trasferta britannica si attende la reazione d'orgoglio dell'Italia, che invece soffre sin dal pronti e via il XV dei 'Verdi', uno dei migliori di sempre. E poco conta che dopo 4' Porter deve subentrare a Furlong perche', dopo un placcaggio super di Minozzi, all'11' arriva la prima meta irlandese con una percussione di Henshaw, 'impreziosita' dalla trasformazione di Sexton. Gli azzurri non danno segnali di vita e al 14' i locali mandano in marcatura Murray, invitato da Conan. Sexton non perdona e l'Italia e' sotto 14-0.

Gli azzurri sono in balia degli avversari e al 21' e' Aki a trovare un varco invitante nella difesa ospite: meta facile, logica trasformazione di Sexton e score sul 21-0. Prima dell'intervallo i 'Verdi' trovano il poker (con relativo bonus): Aki si invola, ovale a Earls e quarta meta irlandese, con Sexton sempre pronto a metterci la 'ciliegina'. Il macth va all'intervallo sul 28-0, uno score destinato a lievitare, visto che gli uomini di Schmidt non mollano la presa e vanno ancora a segno al 5' con Henshaw, che sfrutta un errore altrui per schiacciare oltre la linea bianca, salvo poi farsi male nel placcaggio, tanto da uscire dal campo. Sexton trasforma ed e' 35-0.

Non e' finita, perche' al 14' anche Best va a referto, con Sexton ancora implacabile dalla piazzola. Al 17' l'Italia toglie lo zero dalla sua casella con Allan, che sfrutta al massimo il lavoro di Castello per andare in meta e trasformare. Irlanda ancora sugli scudi con Stockdale al 15', azzurri alla seconda marcatura al 25' con Gori, che raccoglie l'ovale lanciato al centro da Parisse per schiacciare lecitamente, anche per il Tmo.

Mete entrambe trasformate per il 49-14 di un'Irlanda che al 30' fa ancora festa con una sgroppata vincente di Stockdale, con Carbery bravo a trasformare. A 5' dalla fine l'Italia trova la sua terza meta (non trasformata da Allan) con Minozzi, che se ne va sull'out per depositare il definitivo 56-19. 

| TUTTI I NUMERI DEL MATCH

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato10.02.2018
  • voto
    ;;;;;
guarda anche