L’Italia Junior come l’Italia Senior di Londra

Ai Mondiali paralimpici giovanili di Atletica 1 oro, 4 argenti, 5 bronzi

1502100788203_GettyImages-64966248.jpg

L’Italia Junior come l’Italia Senior di Londra: i nove Azzurrini concludono l’avventura dei Mondiali paralimpici giovanili di Atletica con 10 medaglie: 1 oro, 4 argenti, 5 bronzi.

Nell’ultima giornata di gare di Nottwil mancava ancora l’oro all’appello e l’onore è toccato a Bianca Marini che si regala il metallo più prezioso negli 800 femminili a categorie accorpate T35-38 insieme ad un sorprendente record del mondo assoluto T35 di 3:47.10 (1100.713). La sua avversaria diretta T37, l’islandese Osk Adalsteinsdottir, totalizza invece 829.314.

L’impresa della mezzofondista marchigiana ha il sapore ancora più dolce quando Raffaele Di Maggio riesce a strappare il secondo posto nei 400 T20, categoria riservata ad atleti con disabilità intellettiva relazionale. Il suo tempo d’argento è di 51.73 davanti al britannico Ethan Kirby (53.62), bronzo. Vince la gara il brasiliano Gustavo De Oliveira (51.31), mentre l’altro Azzurro Mario Bertolaso conclude in quinta posizione (55.66).

L’ultima soddisfazione per il tricolore arriva dalla pedana del lungo T11-13. Una strepitosa Margherita Paciolla si porta a casa un argento, la terza medaglia iridata della sua collezione dopo i due bronzi ottenuti nei 100 e 200. Il suo salto migliore è di 4,15, 5 centimetri in più della terza classificata, la spagnola Alba Garcia. Il primo posto è invece blindato dalla connazionale Maria Garcia, 4,31 per lei.
 

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato07.08.2017
  • voto
    00
    ;;;;;

Commenti

Riduci