Italia super nel nuoto di fondo

In Coppa del Mondo classifiche finali a Bridi e Ruffini

1508599910076_aaa.jpgItalfondo grande protagonista anche in chiusura della stagione 2017, dopo le cinque medaglie ai Mondiali di Budapest e l'oro di Paltrinieri alle Universiadi a Taipei. Arianna Bridi (Esercito/RN Trento) e Simone Ruffini (Fiamme Oro/CC Aniene), rispettivamente prima e settimo nell'ultimo atto ad Hong Kong, vincono la World Cup FINA che resta azzurra.

Il 28enne marchigiano di Tolentino e detentore della Coppa, allenato dal tecnico federale Emanuele Sacchi, oro ai campionati del mondo di Kazan 2015 nella 25 chilometri e vincitore nella quarta tappa a Lac St. Jean in Canada, chiude, non in una delle sue giornate migliori, la 10 chilometri in 1h53'21"7; davanti a tutti il tedesco Rob Muffels, argento nella 5 chilometri ai Mondiali di Kazan 2015 e agli Europei di Berlino 2014, in 1h53'10"14 che precede l'olandese Ferry Weertman, campione del mondo a Budapest 2017 e oro olimpico a Rio 2016, secondo in 1h53'11"1 e il brasiliano Allan De Carmo in 1h53'11"2.

Federico Vanelli, a corto di energie al termine di un'annata lunga ed estenuante, e' solamente sedicesimo in 1h53'27"8. "Sono molto felice perche' ho riportato a casa la World Cup per il secondo anno consecutivo e non e' un'impresa da poco - dice soddisfatto Ruffini - Le ultime due gare in Asia, tra Cina ed Hong Kong, non sono state semplici ma sono servite per crescere ulteriormente ed evidenziare gli aspetti su cui dobbiamo lavorare in vista della prossima stagione".

La ventiduenne trentina Bridi, bronzo iridato sul Lago di Balaton nella 10 e nella 25 km, seguita dal tecnico federale Fabrizio Antonelli, si conferma lucida tatticamente nei momenti che contano e vince in 2h02'12"6 per il terzo successo nel circuito, dopo essere salita sul gradino piu' alto nella tappa d'apertura a Viedma e nella quarta a Lac St. Jean in Canada. Alle spalle dell'azzurra la verdeoro Ana Marcela Cunha, iridata nella 25 Km in Ungheria, beffata allo sprint e seconda in 2h02'12"7  e la tedesca Finnia Wunram, di bronzo in 2h02'14"7.

Quarta al traguardo e' l'argento olimpico Rachele Bruni, allieva, come la Bridi di Antonelli e vincitrice nella terza tappa a Setubal in Portogallo, in 2h02'14"8. "Sono riuscita a mettere in acqua tutti i progressi fatti durante l'anno e gli insegnamenti del mio tecnico Fabrizio Antonelli - spiega Bridi - Vincere la Coppa del Mondo vuol dire tanto perche' significa che sono stata continua per tanti mesi, nonostante tanti impegni e appuntamenti importanti".

 

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato21.10.2017
  • voto
    00
    ;;;;;

Commenti

Riduci