Marotta: "Icardi? Non è una punizione"

Il ds dell'Inter: "E' un percorso di crescita e rafforzamento anche per Mauro"

1550422594390_GettyImages-1074414058.jpg"Non c'è mai stata tensione abbiamo preso una decisione, ma non è stata punitiva. Un avvicendamento che gli abbiamo motivato perché pensavamo che fosse un bene per tutti. I capifamiglia alle volte devono assumere decisioni antipatiche, ma è un percorso di crescita e rafforzamento anche di Icardi stesso": lo dice l'ad dell'Inter Beppe Marotta prima del fischio d'inizio della partita contro la Sampdoria commentando la decisione di togliere la fascia a Icardi.

SULL'INFORTUNIO ''Quando un giocatore accusa questi fastidi abbiamo l'obbligo di crederci. Probabilmente di pari passo ad uno stato emozionale che non è dei migliori. Siamo certi che questa querelle si possa definire. Non si deve parlare di caso''

RINNOVO "Ho letto tante cose, ma il contratto non c'entra proprio niente. La negoziazione avverra' secondo i piani che avevamo stabilito, presenteremo una nostra proposta nelle prossime settimane, come avevamo promesso a Wanda Nara, non facciamo ostruzionismo. Come con tutti i giocatori ci siederemo e valuteremo". La decisione sulla fascia di capitano "rientra in una situazione di gestione e dinamiche del gruppo, e anche della comunicazione all'esterno"

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato17.02.2019
  • voto [an error occurred while processing this directive]
    ;;;;;