Fabbricini: "La candidatura unica è un bene per il calcio"

Il 22 ottobre scadrà il mandato del commissario straordinario

1539198865334_GettyImages-1034248608.jpg"Sono molto contento di arrivare all'assemblea del giorno 22 ottobre con una candidatura unica e questo è un bene per il calcio". Così  il commissario della FIGC Roberto Fabbricini, nel prepartita di Italia-Ucraina.

Ormai al termine del suo mandato, il commissario ha ammesso che "nel corso del mio periodo commissariale c'è stato qualche momento in cui abbiamo avuto problematiche per risolvere qualche situazione. Il mondo del calcio e' molto particolare, ho trovato situazioni eccellenti per poter lavorare".

A proposito della candidatura di Gabriele Gravina, Fabrricini dichiara: "Gode di una coesione molto forte, per cui il presidente che verrà potrà avere tutte le basi per lavorare bene, come dimostra il programma che ha preparato, completo e a 360 gradi di cui il calcio aveva bisogno". Il commissario uscente avverte però che per attuare il progeamma "necessita di un po' di tempo, le cose non si fanno dalla mattina alla sera".

Infine Fabbricini parla anche della situazione di Genova in seguito al crollo del ponte Morandi. "Genova è una città che ha sempre avuto la forza per risollevarsi con determinazione e grande coraggio. Speriamo che le nostre forze fiancheggino questa forza di volontà dei genovesi", conclude.

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato10.10.2018
  • voto
    00
    ;;;;;