El Shaarawy: "Zaniolo non deve esaltarsi troppo"

L'attaccante della Roma: "Deve essere bravo a mantenere l'equilibrio"

1550831184184_c017b131576e88bab2fab50ed833486b.jpg"Mi capita di dargli dei consigli, l’ultimo è stato di vita extra calcistica. Devi essere bravo a mantenere l’equilibrio, a non esaltarti troppo, a fare un lavoro importante su te stesso".

L'attaccante della Roma Stephan El Shaarawy ha parlato tra le altre cose del rapporto con Niccolò Zaniolo.

"Anche perché a un certo punto ti accorgi che la considerazione che gli altri hanno di te cambia, entri in un’altra dimensione, hai addosso gli occhi di tutti - ha evidenziato il 'Faraone' - La mia esultanza? E’ una cosa che decisi col mio migliore amico. Lui stava partendo per l’America e allora mi disse: 'Visto che non potrò essere allo stadio, se dovessi segnare, fai questa esultanza. Ha portato bene'".

A chi gli chiede se questa sia la stagione della maturità, l'ex giocatore del Milan ha ammesso che "non voglio dirlo, per scaramanzia, perché il calcio mi ha insegnato che un giorno sei un fenomeno e il giorno dopo sei in fondo al baratro".

"Nel calcio le cose cambiano molto in fretta - ha proseguito - La pressione me la sono sempre messa addosso da solo, sono sempre molto esigente nei confronti di me stesso. Però sì, sicuramente questa cosa, di sentirmi più tranquillo, quest’anno mi ha aiutato. In un'intervista con Pellegrini dissi che gli ruberei 4 anni di carriera? Sarebbe per rifare diversamente delle cose che ho fatto e anche semplicemente per vivere il calcio, ma comunque ho ancora 26 anni, non sono vecchio".

"Oggi punto molto sulla professionalità, prendo ad esempio Kolarov e De Rossi, hanno una grande esperienza, ma sono sempre i primi a presentarsi in palestra al mattino".

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato22.02.2019
  • voto
    00
    ;;;;;