Dzeko porta la Roma ai quarti

Con lo Shakhtar decide il bosniaco nella ripresa, 1-0 il finale

1520976811513_GettyImages-931556030.jpgL'avventura europea dei giallorossi continua e parla bosniaco. Con un gol del suo bomber Dzeko, la Roma supera 1-0 all'Olimpico lo Shakhtar e vola ai quarti di Champions:  non succedeva da dieci anni.

Gli uomini di Di Francesco entrano nelle migliori otto del Vecchio Continente dopo una gara difficile,
in cui gli ucraini hanno mostrato personalità e tecnica ma sono stati beffati dalla rete arrivata a inizio ripresa dal centravanti ex City. Dopo la doppietta di Napoli è ancora lui il match winner, l'attaccante che a gennaio sembrava ad un passo dal Chelsea e che ora fa sognare il popolo romanista.

Ora infatti nel sorteggio potrebbe sbucare anche la Juve, in una sfida ad altissima tensione che regalerebbe però di certo la semifinale Champions ad un'italiana. Esce a testa alta Fonseca, che non riesce a replicare lo scherzetto inferto a Sarri ma mostra intelligenza e buone individualità (Fred su tutti). Nelle formazioni iniziali i padroni di casa si schierano con un 4-2-3-1, dove davanti alla cerniera De Rossi-Strootman agisce Nainggolan trequartista dietro a Dzeko punta centrale. Negli ucraini 4-2-3-1 d'ordinanza con Ferreyra supportato dalla tecnica brasiliana di Marlos, Taison e Bernard.

Giallorossi subito propositivi in avvio di gara: Kolarov spinge a sinistra, Nainggolan s'insinua in area e appoggia a rimorchio per Dzeko, ma il suo tiro è debole. Al 6' prova a far male il mobile Marlos ma Florenzi fa buona guardia. Ottimo palleggio dei padroni di casa come da copione, mentre Florenzi spaventa l'Olimpico con un tocco di testa in area giallorossa che per poco non sorprende Alisson. Fred, uomo mercato ambito anche dal City, è ovunque in mezzo al campo e chiude anche su un bel tracciante diretto verso Dzeko.

Primi venti minuti molto tattici: lo Shakhtar controlla la sfera e cerca lo spazio per l'imbucata, mentre la Roma aspetta l'errore avversario ma paga gli errori in fase di costruzione. Al 25' lampo dei padroni di casa con Kolarov che sfonda a sinistra e mette dentro un pallone basso e avvelenato: bravissimo Pyatov ad anticipare Dzeko. Gli ucraini provano a spingere a sinistra, mentre Taison non spaventa Alisson con un bolide dai 30 metri che finisce alto. Al 33' brivido Fazio: l'argentino si fa soffiare palla da Ferreyra, che prova ad incrociare il destro da posizione defilata ma spedisce a lato.

Perotti prova a rispondere con un tiro da fuori ma la mira è sballata. Troppi i lanci lunghi della Roma: spesso si alza la bandierina del fuorigioco. Dopo un breve recupero si chiude a reti bianche il primo tempo: meglio gli ospiti che cercano di comandare la gara con personalità, imprecisi gli uomini di Di Francesco.

La ripresa parte senza cambi e lo Shakhtar prova a farsi vedere nella metacampo giallorossa con la tecnica di Bernard, abile a muoversi dietro i mediani romanisti. Al 7', quasi a sorpresa, esplodono i quasi 48mila dell'Olimpico: Strootman lancia sul filo del fuorigioco Dzeko, che beffa sotto le gambe Pyatov. Si accendono i padroni di casa: Perotti si trova in ottima posizione in area ma il suo sinistro è fiacco. De Rossi alza l'attenzione e salva su Stepanenko.

Gli ospiti accusano e il colpo e al 17' per poco Dzeko non offre il bis con un destro dal limite che sfiora il palo a portiere battuto. Di Francesco lancia Gerson al posto di un deludente Under: in mediana ora vince la grinta dei padroni di casa, pericolosi ancora con l'attaccante bosniaco al 22'. Gli ucraini provano a reagire sula destra ma è Gerson a spaventare Pyatov con un tiro ravvicinato. A undici dalla fine Ordets, in tilt dopo il gol, tira giù Dzeko lanciato a rete: è rosso diretto per il centrale ucraino.

Negli ospiti entra anche Dentinho per Marlos in un'atmosfera infuocata dopo una zuffa partita dal rosso a Ordets. Dopo quattro minuti di recupero è festa all'Olimpico: i quarti sono realtà (con 12 milioni annessi). E con questa grinta e questo Dzeko il bravo Di Francesco può confermare anche il terzo posto in campionato.

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato13.03.2018
  • voto
    ;;;;;