De Laurentiis: 'Vedo la Juventus preoccupata'

Il patron del Napoli: 'Sono innamorato di Sarri, lo terrei altri 10 anni'

1507284753361_GettyImages-67348492.jpg"Se vedo la Juventus nervosa? Direi più preoccupata: dopo sei scudetti, non sempre puoi avere la certezza di vincere ancora".

Così il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis parlando della principale rivale nella lotta allo scudetto.

"Se qualcuno sta segnando di meno può rappresentare un problema. In più loro hanno perso giocatori importanti negli ultimi anni: c'è Chiellini, ma Bonucci è andato al Milan e lui era fondamentale in difesa. Poi ad esempio Pirlo non è stato sostituito e Pogba l'avrei tenuto per tutta la vita", ha detto il patron azzurro.

"Sono innamorato di Maurizio Sarri: lo terrei con me altri dieci anni. Se però vorrà andar via, ce ne faremo una ragione", così il presidente del Napoli, parlando del futuro del tecnico toscano. "Sarri l'ho voluto io, prendendomi le critiche delle curve. Ne ero innamorato prima o lo sono di più adesso".

Sarri, ha aggiunto il patron dei partenopei, "ha un grande vantaggio e grande dono: non è un rompipalle, è un uomo arguto, poliedrico, preparato, con lui puoi parlare di tante cose. Ripeto: spero che resti con noi, ma se così non fosse troveremo un altro Sarri. La sua clausola? Non mi preoccupa, ora mi preoccupa solo della mia salute, perché ho bisogno di energie per far crescere ancor di più questo Napoli", ha ribadito il patron azzurro.

Quanto alla trattativa per il rinnovo di Reina "si è bloccata quando il suo agente mi ha chiesto un triennale. Non se ne parla, ma vediamo come va la stagione: c'è sempre tempo per un nuovo contratto", ha proseguito De Laurentiis.

"Tornando al portiere in estate avrei potuto prendere Neto e Szczesny, ma nessuno dei due è voluto venire a fare il dodicesimo. Ghoulam? Lo terrei per tutta la vita, però se vuole la clausola l'importo dovrò deciderlo io. Se dovesse pretendere una cifra spropositata, allora vuol dire che vorrà prendermi in giro: a quel punto, arrivederci e grazie. Ricordo che Mario Rui è arrivato anche per fronteggiare un suo eventuale addio", ha tuonato il patron azzurro.

"La Var fin qui ha risolto parecchi problemi: altro che critiche, va benedetta!", così il presidente del Napoli parlando dell'assistenza virtuale all'arbitro, da alcuni definita come moviola in campo.

"Ho sentito dire da alcuni che rallenta troppo la partite, ma non è così: le pause sono al massimo di 90 secondi e con la Var il gioco si velocizza, non viene spezzettato. Anche la figura del direttore di gara è stata rivalutata, non è più antipatica e il giocatore è più onesto, perché sa che l'eventuale furbata non sfuggirà", ha ribadito il patron azzurro.

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato06.10.2017
  • voto
    00
    ;;;;;

Commenti

Riduci