Davids: 'In Italia c'era calcio di alta qualità, il massimo'

L'ex mediano olandese: 'C'è tanto da fare. Totti gioca ancora? Beato lui...'

1476259849908_GettyImages-60043654.jpg"Se c'è un calciatore che ricorda il mio modo di giocare? Io sono l'unico. Ci sono altri che sono molto meglio di me e sono contento. Penso che ogni persona è unica e che oggi il calcio è cambiato. Tante cose sono cambiate. Quando giocavo io l'Italia era alta qualità, era al massimo, tutti volevano vedere la Serie A, adesso c'è la Premier League che ha superato l'Italia e c'è anche la Bundesliga che ha superato il campionato italiano, per i numeri, per la gente che va allo stadio. Questo mi fa male ma è la vita. Bisogna fare molto".

Edgar Davids, ex giocatore di Milan, Juventus e Inter conosce bene il calcio italiano e spera che torni ai livelli di quando giocava lui.

L'ex centrocampista olandese è comunque ottimista perché il calcio italiano nei grandi eventi è sempre protagonista ma deve lavorare su altri aspetti. "Se chiedi ad una persona: dimmi cinque squadre tedesche, te ne dice massimo due, mentre quando chiedi dell'Italia te ne elenca 5-6 subito. E' strano che l'Italia non vada ancora come gli altri paesi, ci si può arrivare ma si deve lavorare molto, questo vuol dire sviluppo del calcio", ha aggiunto Davids a Roma per la partita 'Uniti per la Pace'.

"E' scesa la qualità del calcio italiano? Non dico solo quello. Se prendiamo l'Inghilterra, dove non si gioca il miglior calcio ma forse il più divertente, la nazionale nei grandi tornei non va bene, mentre l'Italia fa sempre bene e tutti fanno fatica contro l'Italia, tutti pensano che l'Italia possa vincere il torneo, cosa che non pensano dell'Inghilterra -prosegue l'ex centrocampista-. L'Italia nei grandi tornei non fa male ma c'è qualcosa da aggiustare. Oggi ci sono meno talenti da cui imparare? Non bisogna sottovalutare l'Italia. I grandi campioni vanno in Inghilterra ma così c'è la possibilità di sviluppare grandi talenti in Italia. Non c'è da avere grande paura".

"Totti gioca ancora a 40 anni? Beato lui...Sono contento per lui e sono contento che faccia ancora la differenza. Penso che per un giocatore il massimo è giocare fino alla fine e quando smetti sapere che hai lasciato tutto in campo, questo è importante. Poi sono contento che lui lo può ancora fare. Se avrei continuato? Si, a quel livello avrei continuato". Sono le parole di Edgar Davids su Francesco Totti. L'ex giocatore olandese sarà protagonista della partita 'Uniti per la Pace' con, tra gli altri, il capitano della Roma e Diego Armando Maradona. 

"Questa partita vuol dire tanto per me. E' la seconda volta che incontro un Papa e questa è una cosa molto rara, poi giocherò con ex  compagni di squadra, ex avversari, e anche con giocatori a cui mi sono ispirato da calciatore. Maradona? Gli farò subito due entrate...pronti via. L'Italia? Mi fa sempre piacere tornare. Ho vissuto qui dieci anni ed ho tanti bei ricordi", conclude l'ex giocatore di Milan, Juventus e Inter.

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato12.10.2016
  • voto
    00
    ;;;;;

Commenti

Riduci