Ceferin: 'Fair play finanziario da rafforzare'

Il n.1 Uefa: 'E' fondamentale per un calcio sostenibile e aperto a tutti'

1505389461051_GettyImages-65530564.jpg"Abbiamo diversi obiettivi per l'anno a venire. Per esempio, dobbiamo capire come raggiungere l'equilibrio competitivo e rafforzare ulteriormente il fair play finanziario: sono due elementi fondamentali per la sostenibilita' del calcio e per garantire che rimanga aperto a tutti".

A un anno dal suo insediamento, il presidente Uefa Aleksander Ceferin guarda gia' avanti e a quello che c'e' ancora da fare, mettendo fra le priorita' la questione del fair-play finanziario. Ma non solo, perche' "aumentare la partecipazione nel calcio giovanile e femminile e' un altro degli obiettivi a lungo termine".

Tracciando intanto un bilancio di quella che e' stata la sua esperienza ai piani alti di Nyon, per Ceferin "e' stato un anno molto appagante e sono contento di quanto ha fatto la nostra organizzazione negli ultimi mesi - racconta a Uefa.com - Dalle riforme amministrative, al migliore rapporto con gli interlocutori, ai cambi strutturali della Uefa, e' stato fatto molto. Per me e' stato molto importante il sostegno che ho ricevuto costantemente dalle federazioni. Si sono schierate al mio fianco per aiutarci nei cambiamenti che volevamo e che abbiamo implementato. Hanno dimostrato una fiducia concreta in me e nel mio programma e per questo gliene sono grato". Il risultato di cui va piu' fiero "e' aver consolidato i rapporti con i principali portatori di interesse, riunire la famiglia del calcio e lavorare insieme per migliorare ulteriormente questo sport. Inoltre sono molto soddisfatto delle riforme di 'good governance', che rendono la Uefa piu' forte e piu' trasparente".

Ci sono stati anche momenti difficili e del resto "non ho mai pensato che fosse facile, ma le cose importanti non lo sono mai. Ritengo necessario perseguire un equilibrio perfetto e lo ripeto tutti i giorni perche' voglio che si raggiungano decisioni importanti per la promozione, la tutela e lo sviluppo del calcio in Europa".

Tra i fiori all'occhiello di questo suo primo anno gli Europei femminili in Olanda. "E' stato fantastico. Gli stadi erano pieni, c'erano giocatrici di talento e la passione era palpabile in tutto il paese. Sono stati infranti record di ascolto in tutta Europa ed e' stato incredibile. Il calcio femminile ha un futuro radioso, ne sono sicuro".

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato14.09.2017
  • voto
    00
    ;;;;;

Commenti

Riduci