Pedroso 5ª, Trost si ferma a 1.91

Nei 1500 azzurri lontano dal podio, oro al 17enne Ingebrightsen

Atletica: Pedroso 5/a nei 400 ostacoliSi chiude con il quinto posto la finale di Yadisleidy Pedroso sui 400 ostacoli.

La primatista italiana corre in 55.80 dopo aver provato a lottare per il podio. Festeggia il suo primo titolo la svizzera Lea Sprunger (54.33), davanti all'ucraina Anna Ryzhykova (54.51), entrambe difficilmente raggiungibili. Il bronzo va alla britannica Meghan Beesley.

Alessia Trost ci ha provato. Ha fatto ballare l'asticella posizionata a 1,91 per eguagliare il primato stagionale al terzo tentativo ed era obbligatorio incrementare gli standard stagionali per riuscire a sfidare le migliori fino in fondo. La 25enne friulana, bronzo mondiale indoor a Birmingham, ha lasciato l'Olympiastadion con l'ottavo posto, conseguenza di tre errori a quota 1,94.

“Ero in equilibrio tra il vecchio e il nuovo salto - ragiona la finanziera allenata da Marco Tamberi - stavo provando a ‘mettere dentro’ quello che faccio in allenamento. Pensavo di metterci meno, ma oggi è la prima volta nella stagione, dopo i Mondiali di Londra, in cui arrivo in gara e riesco a fare quello per cui mi sono allenata. Il terzo a 1,94 è stato il migliore salto della gara, ma forse non sarebbe cambiato moltissimo. Almeno avrei portato a casa lo stagionale. Se la guardo dal punto di vista del risultato sono delusa perché ci credevo. Dal punto di vista del processo di crescita, invece, qualcosa mi porto via. Adesso c’è la finale delle Diamond League, c’è Padova, ci sono i campionati italiani. Devo ancora decidere quali fare ma sicuramente gareggerò ancora".

Azzurri lontani dal podio nella finale dei 1500. Mohad Abdikadar e Joao Bussotti sono arrivati decimo e undicesimo. Medaglia d'oro al sorprendente 17enne norvegese Jakob Ingebrigtsen con il tempo di 3.38.10.

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato10.08.2018
  • voto
    00
    ;;;;;