A Calgary 4° posto del Team Pursuit azzurro

Prosegue il momento d'oro dell'Italia in Coppa del Mondo

1512297017553_Team-Pursuit-Italia-Coppa-del-Mondo_1.jpgDopo le ottime prove della prima giornata su 3000 e 5000, l'Italia della pista lunga prosegue il suo momento d'oro centrando un altro grande risultato nella tappa di Coppa del Mondo di Calgary, terzo dei quattro appuntamenti che decideranno le qualificazioni ai Giochi Olimpici Invernali di Pyeongchang 2018.



Sul velocissimo ghiaccio canadese dell'Oval olimpico, il Team Pursuit azzurro conquista un bellissimo 4° posto
dietro soltanto a Olanda, Giappone e Norvegia, firmando il cronometro dopo 3'40"44, a soli 72 centesimi di secondo dal primato italiano firmato nel 2009 a Salt Lake City (Stati Uniti) da Anesi, Fabris e Stefani.        

Dopo il sesto posto nella prima tappa di Heerenveen, in Olanda, per il terzetto formato da Andrea Giovannini (Fiamme Gialle Predazzo), Nicola Tumolero (Fiamme Oro Moena) e Riccardo Bugari (C.P. Piné-Pulinet) arriva così un altro piazzamento fondamentale nell'inseguimento a squadre maschile, specialità per cui sono previsti otto posti a Pyeongchang (con uno però già assegnato per diritto ai padroni di casa della Corea del Sud) e in cui l'Italia può vantare una tradizione invidiabile, con l'apice raggiunto grazie all'oro olimpico di Torino 2006. 

In giornata impegnato anche lo sprinter azzurro Mirko Giacomo Nenzi (Fiamme Gialle Predazzo), 21° con il tempo di 1'08"98 sui 1000 di Division B, mentre tra le donne, sempre di Division B, Francesca Bettrone (Cosmo Noale Ice) ha chiuso in 17  posizione in 1'17"34. A chiudere, ormai nella notte italiana, ci saranno le semifinali di Mass Start con in gara Giovannini e Riccardo Bugari (C.P. Piné-Pulinet) al maschile, e Lollobrigida (Aeronautica Militare) e Bettrone al femminile. Domani invece in programma 500, 1500 e proprio le finali di Mass Start per chiudere la tre giorni canadese di Calgary.

 

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato03.12.2017
  • voto
    00
    ;;;;;

Commenti

Riduci