O'Shea: “Siamo pronti a sorprendere ancora”

"Con la Francia tattica nuova, magari ci copieranno loro"

1488968227456_GettyImages-00043.jpgE’ forse l'ultima occasione per l'Italia di mettere qualche punto in classifica, tentare il colpo della vittoria dopo aver sorpreso il mondo del rugby a Twickenham con una nuova interpretazione del regolamento sui raggruppamenti.

Sabato all'Olimpico contro la Francia, penultimo match del Sei Nazioni 2017
, i fari saranno puntati inevitabilmente sulla strategia di Conor O'Shea: "Proveremo delle cose differenti, rispetto a Londra", si dice sicuro il ct, ma comunque la tattica potrebbe essere comunque innovativa: "Qualunque cosa sia, sarà nel rispetto delle regole come sempre: noi giochiamo a rugby", taglia corto l'irlandese, cucendo la bocca anche a quanti dopo Twickenham avevano gridato allo scandalo in nome della tradizione ovale.

Uno sgambetto su misura per i francesi? Anche perché ora il rischio è che gli altri ripaghino l'Italia con la stessa moneta: "Forse i francesi ci copieranno, rifiutando di farsi coinvolgere nei raggruppamenti a terra in modo da far saltare il fuorigioco. Oppure anche loro si inventeranno qualcosa", avverte il ct azzurro per il quale il "focus" resta quello di migliorare sulla tenuta di tutta la partita.

"Vogliamo essere sicuri di avere giocatori che conoscano benissimo il nostro piano di gioco e quindi continuiamo a puntare sulle persone che sono già qui", sottolinea l'irlandese, ammettendo che "sarà molto difficile, come ogni partita. Il nostro obiettivo sarà quello di rispettare il nostro piano di gioco per 80 minuti, cosa che fino a ora non c'è riuscita".

Massima stima per il tecnico dei Galletti: "Guy Noves è un allenatore fantastico - rivela O'Shea - quello che ha fatto in 20 anni a Tolosa è incredibile. E la Francia con lui è tornata a giocare un rugby molto brillante. Ma anche noi abbiamo ottimi giocatori e dobbiamo provare a imporci".

Altro tema, il futuro dell'assistant coach della difesa, Brendan Venter, legato agli Azzurri da un contratto fino al 2019 ma che secondo i media sudafricani passerà agli Springboks: "Sarà con noi fino alla Coppa del Mondo del 2019", assicura O'Shea, che in vista di sabato effettua tre cambi rispetto alla gara con l'Inghilterra: Esposito all'ala al posto di Bisegni, non al meglio della condizione. Canna per l'infortunato Allan all'apertura e Ghiraldini per Gega gli altri cambi.

Ecco il XV titolare anti-Francia: Padovani; Esposito, Campagnaro, McLean, Venditti; Canna, Gori; Parisse, Favaro, Steyn; Van Schalkwyk, Fuser; Cittadini, Ghiraldini, Lovotti. A disposizione: D'Apice, Panico, Chistolini, Biagi, Mbanda', Bronzini, Benvenuti, Sperandio.

  • visualizzazioni
  • condividi
  • pubblicato07.03.2017
  • voto
    00
    ;;;;;
originalqstring: (none), documentUri: /dl/raiSport/Articoli/6-Nazioni-OShea-ne-cambia-tre-ccb27e0f-a929-4b9a-97ab-a43f298ee8f8.html